Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

Lo staff di direzione

Funzioni

La struttura di staff della Direzione  gestisce e presidia funzioni trasversali e comuni a tutta l’organizzazione; hanno il compito di indirizzare e coordinare la definizione degli obiettivi, fornire linee guida ed indirizzi, supportare le funzioni di programmazione, monitoraggio e controllo delle attività, garantire il necessario supporto alle scelte ed alle azioni intraprese.

I Collaboratore Dirigente - Ins. Angela Maiese Aiello

Sostituisce il Dirigente scolastico in caso di assenza o impedimento, o su delega, esercitandone tutte le funzioni anche negli Organi collegiali, redigendo atti, firmando documenti interni, curando i rapporti con l’esterno.
Garantisce la presenza in Istituto, secondo l’orario stabilito, per il regolare funzionamento dell’attività didattica.
 Gestisce il generale confronto e relazione, in nome e per conto del DS, con l’utenza e con il personale per ogni questione inerente le attività scolastiche;
Coordina i referenti di plesso e ordine, riferisce sulle necessità strutturali e didattiche comunicate dai referenti di plesso o docenti, riferisce al dirigente sull’ andamento dell’organizzazione;
Collabora con il Dirigente scolastico per la formulazione dell’ordine del giorno del Collegio dei Docenti, ne verifica le presenze durante le sedute, svolge la funzione di segretario verbalizzante delle riunioni del Collegio dei Docenti;

Predispone, in collaborazione con il Dirigente scolastico, le presentazioni per le riunioni collegiali;
Collabora nella predisposizione delle circolari e ordini di servizio;
Raccoglie e controlla le indicazioni dei responsabili dei diversi ordini/plessi/dippartimenti;
Si occupa dei permessi di entrata e uscita degli alunni;
Partecipa alle riunioni di coordinamento indette dal Dirigente scolastico;
Collabora alla formazione delle classi secondo i criteri stabiliti dagli organi collegiali e dal regolamento di istituto;
Partecipa, su delega del Dirigente scolastico, a riunioni presso gli Uffici scolastici periferici;
Fornisce ai docenti materiali sulla gestione interna dell’Istituto;
Collabora alla predisposizione dei calendari delle attività didattiche e funzionali;
Vigilanza sull’andamento generale del servizio, con obbligo di riferire al Dirigente scolastico qualunque fatto o circostanza che possa, a suo parere, pregiudicare un regolare svolgimento dello stesso.

Svolge altre mansioni con particolare riferimentoa:

Vigilanza e controllo della disciplina;
Organizzazione interna;
Gestione dell’orario scolastico;
Uso delle aule e dei laboratori;
Controllo dei materiali inerenti la didattica: verbali, calendari, circolari;
Proposte di metodologie didattiche.

Il docente collaboratore vicario, in caso di sostituzione dello scrivente, è delegato alla firma dei seguenti atti amministrativi:

atti urgenti relativi alle assenze e ai permessi del personale docente e ATA, nonché alle richieste di visita fiscale per le assenze per malattia;
atti contenenti comunicazioni al personale docente e ATA;
corrispondenza con l’Amministrazione regionale, provinciale, comunale, con altri enti, Associazioni, Uffici e con soggetti privati avente carattere di urgenza;
corrispondenza con l’Amministrazione del MIUR centrale e periferica, avente carattere di urgenza;
documenti di valutazione degli alunni;
libretti delle giustificazioni;
richieste di intervento forze dell’ordine per gravi motivi;
richieste ingressi posticipati e uscite anticipate alunni.

II Collaboratore Dirigente – Prof.ssa SaraPinto

sostituire il DS in assenza sua e del primo Collaboratore, e rappresentarlo, su delega, nelle riunioni degli OOCC;
firmare in luogo del DS e in assenza del primo Collaboratore documenti e atti con l’eccezione di quelli non delegabili;
aggiornare modulistica e modelli relativi a programmazione didattica, Consigli di Interclasse, con compito poi di raccolta, verifica sulla regolarità e archiviazione;
collaborare con il Dirigente e il primo collaboratore nella stesura:

dell’OdG del Collegio Docenti, delle Riunioni di Ordine/Dipartimento, dei Consigli di Classe;
delle circolari/avvisi
del verbale del Collegio dei Docenti

Il secondo collaboratore . si occuperà inoltre di:

tenere regolari contatti telematici e telefonici con il DS e referenti plesso;
coordinare, in collaborazione con il docente I collaboratore, i referenti di plesso;
operare il necessario raccordo all’interno dell’Istituzione Scolastica coordinandosi con il Primo collaboratore;
esercitare azione di sorveglianza del rispetto, da parte degli studenti e delle famiglie, dei regolamenti.
Registrare il ripetersi di azioni scorrette per gli eventuali provvedimenti disciplinari;
Monitorare, in collaborazione con il docente I collaboratore, le presenze dei Docenti;
Comunicare ai referenti di plesso assenze del personale docente, in collaborazione con il primo collaboratore, avendo cura di non lasciare classi o alunni privi di vigilanza;
provvedere alla gestione delle classi in caso di sciopero;
elaborare il piano di vigilanza della scuola e controllarne l’esecuzione;
in occasione dei Consigli di classe e delle Riunioni di Dipartimento predisporre i registri dei verbali, i fogli firme e controllare che i segretari abbiano redatto correttamente e compiutamente il verbale di loro competenza;
raccogliere le programmazioni annuali e le relazioni finali comprensive dei programmi svolti;
predisporre, distribuire e raccogliere a fine anno le schede per la dichiarazione delle attività svolte;
controllare il flusso di comunicazioni in entrata e in uscita, evidenziando i documenti di rilievo per l’attività di Presidenza.

D’intesa con il primo collaboratore , la S.V. si occuperà di:

collaborare con il DS nel redigere il Piano Annuale delle Attività;
verificare che le circolari siano pubblicate;
segnalare con il primo collaboratore alle altre scuole gli impegni degli insegnanti condivisi, dopo l’approvazione del Piano Annuale delle Attività.

La S.V. altresì:

provvederà alla pubblicazione del calendario del ricevimento delle famiglie
monitorerà il rispetto del Regolamento di Istituto, riferendo al Dirigente scolastico.

Il II docente collaboratore, in caso di assenza del DS e del I docente collaboratore, in sostituzione dello scrivente, è delegato alla firma dei seguenti atti amministrativi:

atti urgenti relativi alle assenze e ai permessi del personale docente e ATA, nonché alle richieste di visita fiscale per le assenze per malattia;
atti contenenti comunicazioni al personale docente e ATA;
corrispondenza con l’Amministrazione regionale, provinciale, comunale, con altri enti, Associazioni, Uffici e con soggetti privati avente carattere di urgenza;
corrispondenza con l’Amministrazione del MIUR centrale e periferica, avente carattere di urgenza;
libretti delle giustificazioni;
richieste di intervento forze dell’ordine per gravi motivi;
richieste ingressi posticipati e uscite anticipate alunni.


Referente Scuola dell’Infanzia - Ins. Lucia Papa

Referente Scuola Primaria – Ins Veneranda Sansone

Referente Scuola Secondaria I°- Prof.ssa SaraPinto

Referente Corso musicale - Prof. Cammarano

Le mansioni:

essere punto di riferimento organizzativo;

sostituzione colleghi assenti;

riferire comunicazioni, informazioni e/o chiarimenti avuti dalla Dirigenza o da altri referenti;
raccogliere e farsi portavoce di proposte, stimoli, lamentele, etc..;
raccogliere e prendere nota degli argomenti da affrontare negli organi collegiali o in sede di dipartimenti;
segnalare rischi, con tempestività;


Animatore Digitale – Ins Veneranda Sansone

L’animatore coordina la diffusione dell’innovazione a scuola e le attività del PNSD previste nel piano nel Piano triennale dell’offerta formativa della scuola. Si tratta, quindi, di una figura di sistema e non un semplice supporto tecnico.

I tre punti principali del suo lavoro sono:

1. Formazione interna: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l’organizzazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi;

2. Coinvolgimento della comunità scolastica: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi aperti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa;

3. Creazione di soluzioni innovative: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.58 del 28/03/2018 agg.04/04/2018